BOVINO… LENTAMENTE MUORE.

20130811_49[/col]

Dai circa 10.000 abitanti nel 1951, Bovino (Fg) è precipitato ai 3530 abitanti con l’ultimo censimento del 2012. E’ questo un segno di completo decadimento che porta sempre più in basso il nostro paese. I capri espiatori di tutto ciò, non possono essere altro che le varie amministrazioni succedutesi in questi anni e se l’attuale e le prossime amministrazioni non troveranno validi rimedi Bovino sarà inesorabilmente condannata a morire e di certo con una eventuale comunione dei comuni perderemo anche anche il sindaco e molto probabilmente diventeremo una specie di frazione di Deliceto che è il più grande dei comuni limitrofi.
Pubblichiamo qui di seguito tutti i dati e le statistiche relative ai  censimenti dal dal 2001 al 2012 che evidenziano eloquentemente tale caduta.

Popolazione Bovino 2001-2012

Andamento demografico della popolazione residente nel comune di Bovino dal 2001 al 2012. Grafici e statistiche su dati ISTAT al 31 dicembre di ogni anno
grafico-andamento-popolazione-bovinoLa popolazione residente a Bovino al Censimento 2011, rilevata il giorno 9 ottobre 2011, è risultata composta da 3.562 individui, mentre alle Anagrafi comunali ne risultavano registrati3.545. Si è, dunque, verificata una differenza positiva fra popolazione censita e popolazione anagrafica pari a 17 unità (+0,48%).
Per eliminare la discontinuità che si è venuta a creare fra la serie storica della popolazione del decennio intercensuario 2001-2011 con i dati registrati in Anagrafe negli anni successivi, si ricorre ad operazioni di ricostruzione intercensuaria della popolazione.
I grafici e le tabelle di questa pagina riportano i dati effettivamente registrati in Anagrafe.
La tabella in basso riporta il dettaglio della variazione della popolazione residente al 31 dicembre di ogni anno. Vengono riportate ulteriori due righe con i dati rilevati il giorno dell’ultimo censimento della popolazione e quelli registrati in anagrafe il giorno precedente.

Dati 2001-2012

Variazione percentuale della popolazione

Le variazioni annuali della popolazione di Bovino espresse in percentuale a confronto con le variazioni della popolazione della provincia di Foggia e della regione Puglia.

grafico-variazione-popolazione-bovino

Flusso migratorio della popolazione

Il grafico in basso visualizza il numero dei trasferimenti di residenza da e verso il comune di Bovino negli ultimi anni. I trasferimenti di residenza sono riportati come iscritti e cancellatidall’Anagrafe del comune.                                                                                    Fra gli iscritti, sono evidenziati con colore diverso i trasferimenti di residenza da altri comuni, quelli dall’estero e quelli dovuti per altri motivi (ad esempio per rettifiche amministrative).

grafico-flussi-migratori-bovino

La tabella seguente riporta il dettaglio del comportamento migratorio dal 2002 al 2012. Vengono riportate anche le righe con i dati ISTAT rilevati in anagrafe prima e dopo l’ultimo censimento della popolazione.

Comportamento migratorio.

Movimento naturale della popolazione

Il movimento naturale di una popolazione in un anno è determinato dalla differenza fra le nascite ed i decessi ed è detto anche saldo naturale. Le due linee del grafico in basso riportano l’andamento delle nascite e dei decessi negli ultimi anni. L’andamento del saldo naturale è visualizzato dall’area compresa fra le due linee.

grafico-movimento-naturale-bovino

 

La tabella seguente riporta il dettaglio delle nascite e dei decessi dal 2002 al 2012. Vengono riportate anche le righe con i dati ISTAT rilevati in anagrafe prima e dopo l’ultimo censimento della popolazione.

Dati istat

2 thoughts on “BOVINO… LENTAMENTE MUORE.

  1. CONCORDO PIENAMENTE CO TE ANDREA, E TUTTO QUESTO MI DISPIACE , SPERIAMO CHE CHI GOVERNA BOVINO SE NE RENDA SUBITO CONTO E FACCIA QUALCOSA DI CONCRETO ,ANCHE SE HO I MIEI DUBBI .
    TUTTI CORROTTI E MENEFREGHISTI CORDIALI SALUTI UN BOVINESE DELUSO FRANCESCO

  2. Prima si emigrava, ma parte della famiglia restava in paese e molto spesso dopo alcuni anni, si tornava!! Ora si va via con l’idea che non si tornerà. Prima a partire erano braccianti e operai, oggi partono laureati e diplomati, le risorse di intelligenza del paese!! Un paatrimonio che non puo’ essere rinpiazzato,e questo avviene nel totale disinteresse della politica!! n tutto questo, c’e’ il dolore di una scelta obblicata, e cosi che il paese muore!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*