BOVINO ONORA IL COMPROTETTORE SAN MARCO D’ECA

DOMENICA 7 OTTOBRE SOLENNI FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN MARCO D’ECA COMPPROTETTORE DI BOVINO E DELLA DIOCESI INSIEME ALLA MADONNA DI VALLEVERDE.

Come risulta dal, programma, domenica 7 ottobre:

  • Ore: 06,30     Mattutino;
  • ore: 07,30      Santa Messa  celebrata da don Aldo Chiappinelli;
  • ore: 09,30   Presso la Cattedrale: Annuale cammino di tutte le Confraternite della                                                                                                                                    .                     diocesi di Bovino;
  • ore: 10,30    Santa messa stazionale presieduta dall’Arcivescovo Mons. Francesco .    .                     Pio Tamburrino;
  • ore:  11,30   Solenne processione con la partecipazione di tutte le confraternite della  .     .              diocesi di Bovino che si concluderà con il tradizionale e augurale lancio .       .                     delle noci in piazza Cattedrale;
  • ore: 19.00   Santa Messa celebrata dal parroco della Cattedrale don Stefano Caprio.


A sera dalle 20 in poi la Caratteristica Via Roma e la piazza antica si trasformeranno  in stand gastronomico dove sarà possibile degustare vini tipici locali e antichi sapori quali  noci, pane, formaggi tipici e pasta e cioccolate ripiene di noci . Allieterà la serata il gruppo gruppo musicale Swing Dekos Band.
————————————————————-

NOTIZIE SU SAN MARCO D’ECA.

Pochissime e scarne sono le notizie circa questo santo personaggio molto caro agli abitanti di Bovino che in riconoscimento e stima per i suoi miracoli non esitarono ad erigere e a consacrare nel 1197 una chiesa in suo nome come rilevasi da una delle note storiche ai margine di una delle due colossali bibbie di Bovino ora codici vaticani. visse intorno alla fine del III ed inizio del IV e fu vescovo di Eca l’attuale Troia. Il suo corpo fu traslato a Bovino intorno all’anno 750 (prima secondo alcuni) per preservarlo e custodirlo dopo la distruzione di Eca cominciata nel 663. Il suoi resti, trovansi ora sotto l’altare della cappella di San Marco dove fu sepolto, dopo il ritrovamento, dal beato Mons. Lucci (1728-1752).

   Sempre nella stessa cappella si trova uno stupendo ed artistico busto in argento raffigurante il santo benedicente ed è quello che si usa portare anche in processione.
     Esiste inoltre in località Portella un buco nella roccia detto appunto il “Buco di San Marco” perchè secondo la tradizione, fatto dal Santo con un dito, in occasione di una sua venuta a Bovino, secondo altri invece, mentre veniva trasportato il suo corpo a Bovino passando in quel crepaccio dal carro che trasportava i resti fuoriuscì una mano che con il dito fece il buco.
   Di certo è che il posto, è meta continua di visite e devozione e si vuole che porti grazie e benefici introdurre un dito in quel buco.
 Per chi vuol saperne di più consigliamo la visione della seguente pagina in questo stesso blog:
SAN MARCO D’ECA CONFESSORE PROTETTORE DI BOVINO E DIOCESI.

Il buco di San Marco in una roccia in contrada portella a Bovino (FG)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*