DIMAGRIRE SENZA DIETE

Un semplicissimo metodo per dimagrire in pochissimo tempo.

Dopo gli splendidi risultati ottenuti per la tintarella e la calvizie  ecco a voi uno favoloso e semplice sistema per calare di peso quasi a vista d’occhio. Con questo metodo si possono perdere da 4 a 10 kg. al mese senza privarsi di nulla e soprattutto senza spendere una lira o meglio un cent. Il tutto consiste nell’indossare per il tempo necessario 6 braccialetti di rame che naturalmente non costano nulla in quanto sarete voi stessi a costruirli. Per far questi, procuratevi circa 3 mt. di filo elettrico in rame della sezione di almeno 4 mmq che corrispondono a poco più di 2 mm. di diametro. Togliete la guaina aiutandovi con qualche pinza e attenzione a non intaccare i fili  della treccia per evitare di pungervi e mettete il rame a nudo. Fatto questo tagliate 6 pezzi di filo di lunghezza idonea a fare due braccialetti per le caviglie, due per i polsi, uno per il collo ed uno per la vita. Tenete presente che bisogna attorcigliarli alla punta per chiuderli, quindi qualche cm. di lunghezza in più per ognuno. Ora non vi resta che indossarli.

Tenete presente che i braccialetti devono essere aderenti ma non stretti e nemmeno troppo larghi. Vi conviene quindi chiudere i braccialetti dopo averli indossati e vi raccomando di avvolgere i nodi con nastro adesivo, onde evitare punture. A questo punto un consiglio importante: Se dopo un giorno notate bruciori e arrossamento delle parti a contatto col rame, togliete il tutto e desistete da qualsiasi altra prova, potreste essere allergici al rame. Se notate un po’ di nero, nessuna paura, lavatevi soltanto, il rame fa quest’effetto a contatto con la pelle. Inutile dirvi che braccialetti non vanno tolti nemmeno di notte altrimenti il tutto non funzionerebbe.

Generalmente la prima settimana non si nota alcun calo, ma già dopo una decina di giorni i risultati sono strabilianti. Nel caso notate un calo eccessivo o troppo rapido, sostituite i braccialetti con altri simili ma fatti con filo da 2,5 mmq, poco più di un mm. e mezzo.

A questo punto solo un consiglio, cercate di evitare nel periodo di trattamento grandi quantità di grassi animali, potrebbero rallentare di parecchio il processo. Per il resto mangiate tutto senza preoccupazione alcuna ma naturalmente sempre senza esagerare.

Saranno graditissimi i risultati ,specie con i dati iniziali e finali.

SCONFIGGERE LA CALVIZIE

Dopo l’inatteso successo ottenuto con il consiglio per la tintarella, (oltre ai positivi commenti mi sono giunte una ventina di e-mail a ringraziamento del successo ottenuto ed anche le foto di due splendide ragazze fiere del risultato conseguito), vi fornisco il metodo per fermare definitivamente la caduta dei capelli, ed in alcuni casi (questo però non lo garantisco) anche la rinascita dei capelli con una spesa irrisoria.

Prendete due uova, rompeteli, togliete il tuorlo e versate l’albume in un bicchiere, aggiungete uno spicchio d’aglio tritato a pezzetti minutissimi, un cucchiaino di alcool denaturato ed una dose di shampoo liquido. Sbattete il tutto per circa cinque minuti fino ad ottenere una soluzione omogenea. Cospargete il composto sulla testa facendo in modo che raggiunga il cuoio capelluto e lasciate agire per circa un’ora. Ripetere l’operazione per una decina di giorni in caso di caduta di capelli. Nei casi più gravi può essere necessario ripetere il tutto per circa un mese, dopo di che i vostri capelli saranno come saldati alla vostra testa.

In caso di calvizie completa, (ripeto, non garantisco comunque in questo caso, perché qualche volta il sistema non ha prodotto risultati), già dopo quindici giorni si comincia a notare una fitta peluria, che nello spazio di un mesetto diventa moto appariscente. ma per avere dei buoni risultati bisogna agire per circa tre mesi.

Auguri e……. mandatemi una foto prima e dopo in caso positivo.

ABBRONZATISSIMA CON VENTOAMICO.

Tempo di vacanze e quindi tempo di mare.  Ecco una ricetta per tutte quelle che vorranno una tintarella perfetta e rapida da far invidia a chi sta al mare già da un mese:

abbronzatura Comprate un kg. di alici e dopo averle pulite e preparate al solito modo, friggetele in olio di oliva (importante). Se vi va i pesci potete mangiarli,  in caso contario potete far felice il vostro gatto. Importante è colare l’olio che avete usato per friggere e metterlo in una boccettina. Il primo giorno che andate al mare, (necessariamente dopo le 16, al mattino vi brucereste la pelle e ve lo sconsiglio nel modo più assoluto), mettetevi in un posticino appartato per evitare che i vicini sentano il cattivo odore dell’olio fritto ed ungete abbondantemente tutta la vostra pelle esponendovi per due ore al sole. Dopo di che potete bagnarvi abbondantemente magari usando detergenti profumati per togliere l’unto e l’odore di fritto.

     Ripetete la cosa per due giorni (tre nei casi più ostinati), non esagerate nel trattamento, diverreste più scure di una sudafricana. Generalmente due trattamenti sono sufficienti per dare una abbronzatura perfetta e duratura che vi terrà compagnia fin oltre Natale.

Il giorno dopo potete tranquillamente andare al mare di mattino, senza ombrellone e senza timore di scottarvi la pelle.

      Sarete oggetto d’invidia da parte delle donne e d’ammirazione da parte degli uomini.

Auguri e buone vacanze a tutte.