IL MIRACOLO DELLA PIOGGIA DELLA MADONNA DI VALLEVERDE

IL 23 MAGGIO   

      Il popolo di Bovino oltre al pellegrinaggio della prima domenica di maggio ne compie un secondo nel giorno 23 maggio. Mentre il primo è a ricordo dell’apparizione della Vergine a Valleverde, il secondo si può dire un pellegrinaggio di ringraziamento per le grazie concesse  dalla Madonna al popolo di Bovino e in special modo per il miracolo ottenuto per intercessione della Vergine di Valleverde il 1888.
     L’avvenimento eccezionale ci piace riportarlo con le parole del verbale redatto dopo l’avvenuto miracolo e sottoscritto alla presenza della autorità religiose della città da ben 20 cittadini di provata onestà e religione:
                                                                                                                                                             “In nome della SS. Trinità – Miracolosa Pioggia caduta per intercessione di Maria Santissima Incoronata di Valleverde. Il popolo di questa città di Bovino sentiva, come tutti i Pugliesi, il bisogno di una pioggia ristoratrice delle campagne, le quali presentavano un aspetto rattristante. Benché compiuto l’annuo pellegrinaggio al Santuario di Valleverde ai 10 dello spirante maggio, un altro ne intraprese nel giorno 21 del succennato mese, compiuto da oltre 6.0OO persone. Il cielo che sino a quel dì erasi mostrato limpido e sereno si ammantava di un rapidissimo assembramento di nubi, che al ritirarsi della divota carovana in Città si ruppero in scarsa pioggia. Più copiosa ne davano nel dì seguente, e copiosissima nell’ultimo giorno del triduo penitenzia­le. Sicché oggi si è raccolto un terzo pellegrinaggio in questo santuario per rendere dovute ed umili azioni di grazie alla Misericordiosa Regina di Valleverde.
     E poiché la tanto desiderata pioggia ha presentato segni visibil­mente miracolosi e sorprendenti, Noi a maggior gloria di Dio Onnipotente, ad onore della Immacolata Vergine Madre di Dio, abbiamo per mezzo del nostro Cancelliere Vescovile redatto il presente verbale e pubblicato al cospetto di tutto il’ popolo, sottoscritto da 20 persone di provata onestà e religione, nonché munito del suggello di questa Rev.ma Curia Vescovile, oggi 24 maggio 1888. Firmato: Giuseppe Villani, Vincenzo Siciliani, Francesco Paolo Di Giovanni, Francesco Giannini. Antonio Capuano. Santo Dota. Marseqlia Miche­langelo, Angelo Dota, Antonio Apruzzese, Fedele Casciali, Luigi Marzocco, Francipani Antonio, Antonio Lobozzo, Travisano Nicola. Francesco Paolo Marseglia, Luigi Bianco, Angelo Scapicchio. Michelangelo Chiappinelli, Luigi Consiglio, Marco Cassia. Il Pro Vicario Generale Michele Arcidiacono Santoro. Francesco Can. Barone“.

 

     In memoria di così miracoloso prodigio per voto di tutto il popolo fu istituita l’annua processione di ringraziamento del 23 Maggio. Fu inoltre murata sulla facciata del Santuario una lapide di marmo con questa iscrizione del dotto Canonico Teologo D. Felice De Angelis, che per l’ardore dello zelo e della parola fu, per così dire, l’eroe di quelle  sacre giornate:

 

Qui trasse penitente
Il 21 maggio 1888
Ad implorar soccorso
Per  gli inaridenti campi
MARA INCORONATA DI VALLEVERDE
Ne ascoltò  gemiti – ne guardò l’umiltà
Lo commiserò – lo benedisse
Con la memorabile pioggia del d’ 23
Sia a perpetua memoria
Del potere della Madre di Dio

 

3 thoughts on “IL MIRACOLO DELLA PIOGGIA DELLA MADONNA DI VALLEVERDE

  1. Maria Pia, credevi che il nonno si dimenticava di pregare per i suoi nipotini?
    Non ci riesce e neppure potrebbe se lo volesse, perchè voi tutti siete troppo preziosi e non solo per i nonni…

  2. Certo Marzia e Pia, l’avrei fatto comunque, e come sempre la ringanzierò per avermi concesso la grazia di avere 6 stupendi nipotini. Vi voglio bene. Ciao!

  3. Nonno mi raccomando domani fai una preghiera anche per noi baci le tue nipotine
    MARZIA E MARIAPIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*