Presentazione I edizione Premio Lupo sezione Pittura

COME GIÀ ANNUNCIATO QUALCHE GIORNO FA, E’ STATA INDETTA LA PRIMA EDIZIONE DEL “CONCORSO DI PITTURANELL’AMBITO DEL “VII PREMIO LUPO CONCORSO LETTERARIO” DAL COMUNE DI ROSETO VALFORTORE AL QUALE PARTECIPANO I SEGUENTI COMUNI: Alberona, Biccari, Bovino, Castelluccio Valmaggiore, Celle S. Vito, Faeto, e Roseto Valfortore

Di seguito la presentazione del concorso:

       La Puglia, da secoli, vanta un’antica, ricca tradizione artistica che si è distinta grazie alla sua capacità di comunicare un forte senso di compattezza, unicità, grazie ai viaggi dei grandi maestri e alla circolazione di idee, di modelli. Un elemento costitutivo dell’identità culturale, che accomuna le svariate dimensioni artistiche, è la pluralità degli apporti e le innumerevoli scuole di pensiero che sottolineano l’incrociarsi dei confronti e la creatività dei singoli artisti, con un’eccezionale distribuzione nello spazio, nel tempo di espressioni libere e innovative. Di conseguenza, i Paesi del Subappennino dauno (Alberona, Biccari, Bovino, Castelluccio Valmaggiore, Celle S. Vito, Faeto, e Roseto Valfortore) aspirano a diventare una tappa, una pietra di paragone per lo sviluppo, l’incremento delle manifestazioni artistiche e a potenziare il loro ruolo di mete del turismo culturale. Quindi, è opportuno promuovere l’arte con articolate proposte e stabilire un dialogo costruttivo, un raccordo autentico tra i protagonisti della creatività espressiva attuale L’arte mira a dare valori assoluti, certezze, è aspirazione all’universalità dell’espressione individuale, che consente una comunicazione difficilmente raggiungibile attraverso il linguaggio. Inoltre, è necessario che sia un “circuito aperto”, in cui confluiscano, spazino sentimenti, sensazioni personali dell’artista, ma anche obiettivi generali che accomunino le svariate espressioni artistiche. Comunicare il proprio messaggio, avvalendosi di qualsiasi dimensione creativa, rappresenta non solo il veicolo di pensiero di chi ha realizzato l’opera, ma anche la temperie socio- culturale in cui è nata. Consideriamo l’arte come strumento fondamentale per conoscere la nostra civiltà, per comprendere il nostro tempo; essa è esperienza educativa, formativa, essenziale per le giovani generazioni e, quindi, l’obiettivo deve essere: trasformare l’arte in un punto di riferimento della cultura; dare la possibilità per emergere; creare un canale di scambi culturali, che diventi un fattore unificante di intenti e favorire interscambi con gruppi artistici di altre regioni; sensibilizzare i giovani perché, osservando, imparando a guardare una tela, scoprano quanto un’artista sia capace di concentrare le sue emozioni, la sua sensibilità, il suo immaginario, tutto il suo essere in una immagine- messaggio che è la sua opera.

Lina Franza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*