SPLENDE IL SOLE SUL GELO DI BOVINO.

DOPO DUE SETTIMANE DI NEVE RITORNA IL SOLE A BOVINO.

Stamane Bovino si è risvegliato con una luminosità insolita resa dal riflesso sulla neve dei raggi di uno splendente sole ma che nulla può contro le montagne di neve gelata, che quasi intatte si trovano per le strade di Bovino specialmente nella parte alta del centro storico e principalmente nel rione San Martino, e contro il gelido vento da sud-ovest con raffiche a volte che superano i 40 km orari. La situazione comunque sembra essere sotto controllo grazie all’intensa azione di persone e mezzi di soccorso coordinati dal Comune e dall’assessore alla protezione civile. Comunque la situazione non è certo rosea come appare da un filmato con varie interviste diffuso in internet perché come già accennato nel centro storico le difficoltà sono ancora enormi anche per la sola circolazione a piedi, resa pericolosissima dalla stato di ghiaccio e dalla mancanza di sale.  Mentre nel centro il tutto è quasi alla normalità, nel centro storico non si effettua la raccolta dei rifiuti da 13 giorni costringendo a tenerli in casa con grave pericolo per l’igiene. Anche il sevizio postale ripreso due giorni fa, fu subito interrotto perché una delle ragazze addette alla consegna scivolò sul ghiaccio delle vie di San Martino ripotando gravi contusioni.Ci  auguriamo che qualcuno si ricordi che Bovino non è solo il corso e dintorni  e che non basta una paletta meccanica a risolvere la situazione.

Come si può notare dalle foto, scattate alle ore 14 di oggi, la situazione non è poi tanto sotto controllo come risulta dal citato video diffuso in internet e siamo del parere che nascondere la realtà, nuoce alla risoluzione dei problemi.

ABBRONZATISSIMA CON VENTOAMICO.

Tempo di vacanze e quindi tempo di mare.  Ecco una ricetta per tutte quelle che vorranno una tintarella perfetta e rapida da far invidia a chi sta al mare già da un mese:

abbronzatura Comprate un kg. di alici e dopo averle pulite e preparate al solito modo, friggetele in olio di oliva (importante). Se vi va i pesci potete mangiarli,  in caso contario potete far felice il vostro gatto. Importante è colare l’olio che avete usato per friggere e metterlo in una boccettina. Il primo giorno che andate al mare, (necessariamente dopo le 16, al mattino vi brucereste la pelle e ve lo sconsiglio nel modo più assoluto), mettetevi in un posticino appartato per evitare che i vicini sentano il cattivo odore dell’olio fritto ed ungete abbondantemente tutta la vostra pelle esponendovi per due ore al sole. Dopo di che potete bagnarvi abbondantemente magari usando detergenti profumati per togliere l’unto e l’odore di fritto.

     Ripetete la cosa per due giorni (tre nei casi più ostinati), non esagerate nel trattamento, diverreste più scure di una sudafricana. Generalmente due trattamenti sono sufficienti per dare una abbronzatura perfetta e duratura che vi terrà compagnia fin oltre Natale.

Il giorno dopo potete tranquillamente andare al mare di mattino, senza ombrellone e senza timore di scottarvi la pelle.

      Sarete oggetto d’invidia da parte delle donne e d’ammirazione da parte degli uomini.

Auguri e buone vacanze a tutte.